IL SUOLO COME ORGANISMO VIVO

Evoluzione, tecnologia, innovazione sono tutti aggettivi riferibili al mondo dell’agricoltura di oggi. Lo scenario che
prospetta il prossimo ventennio descrive un cambiamento radicale nel concepire le modalità di sfruttamento ed utilizzazione del suolo grazie alle recenti scoperte che vedono sempre più affermarsi come protagonisti in ambito scientifico discipline come la microbiologia legata all’utilizzo dei microrganismi in grado di abitare il suolo, proteggerlo e fortificarlo dagli attacchi di funghi o batteri dannosi per le coltivazioni e per l’uomo con la
finalità di tutelare e preservarne il capitale a favore del suo utilizzo per le generazioni a venire.
Ed è proprio in questo contesto che il concetto di suolo viene reinterpretato in una rinnovata, migliore
e adeguata definizione che ne definisce stavolta il ruolo considerandolo come organismo vivente al
pari della pianta da esso ospitata. Solo così possiamo pensare a delle tecnologie in grado di tute

Leggi

IL SUOLO COME ORGANISMO VIVO

Evoluzione, tecnologia, innovazione sono tutti aggettivi riferibili al mondo dell’agricoltura di oggi. Lo scenario che
prospetta il prossimo ventennio descrive un cambiamento radicale nel concepire le modalità di sfruttamento ed utilizzazione del suolo grazie alle recenti scoperte che vedono sempre più affermarsi come protagonisti in ambito scientifico discipline come la microbiologia legata all’utilizzo dei microrganismi in grado di abitare il suolo, proteggerlo e fortificarlo dagli attacchi di funghi o batteri dannosi per le coltivazioni e per l’uomo con la
finalità di tutelare e preservarne il capitale a favore del suo utilizzo per le generazioni a venire.
Ed è proprio in questo contesto che il concetto di suolo viene reinterpretato in una rinnovata, migliore
e adeguata definizione che ne definisce stavolta il ruolo considerandolo come organismo vivente al
pari della pianta da esso ospitata. Solo così possiamo pensare a delle tecnologie in grado di tute

Leggi

IL SUOLO COME ORGANISMO VIVO

Evoluzione, tecnologia, innovazione sono tutti aggettivi riferibili al mondo dell’agricoltura di oggi. Lo scenario che
prospetta il prossimo ventennio descrive un cambiamento radicale nel concepire le modalità di sfruttamento ed utilizzazione del suolo grazie alle recenti scoperte che vedono sempre più affermarsi come protagonisti in ambito scientifico discipline come la microbiologia legata all’utilizzo dei microrganismi in grado di abitare il suolo, proteggerlo e fortificarlo dagli attacchi di funghi o batteri dannosi per le coltivazioni e per l’uomo con la
finalità di tutelare e preservarne il capitale a favore del suo utilizzo per le generazioni a venire.
Ed è proprio in questo contesto che il concetto di suolo viene reinterpretato in una rinnovata, migliore
e adeguata definizione che ne definisce stavolta il ruolo considerandolo come organismo vivente al
pari della pianta da esso ospitata. Solo così possiamo pensare a delle tecnologie in grado di tute

Leggi

IOAGRI, L’INNOVATIVO SOFTWARE PER LA GESTIONE DELL’AZIENDA AGRICOLA:

La competitività nel settore agricolo si misura, oggi, anche dalla capacità di innovazione dell’imprenditore agricolo le cui competenze non possono più esaurirsi alle sole attività agronomiche ma devono proseguire, con sempre più accuratezza, anche sul versante manageriale
e sull’interpretazione dei numerosi dati che provengono dal campo. Da anni si parla di agricoltura di precisione e tecnologie 4.0 tuttavia una delle sfide più importanti
per l’agricoltura è iniziare ottimizzare al meglio tutto quello di cui già si dispone in azienda. I costi di produzione, ad esempio, vanno monitorati ed ottimizzati quotidianamente ( i.e. consumi di acqua, manodopera, attrezzature, macchinari, concimi). L’imprenditore agricolo deve poter
accedere a panoramiche generali di facil

Leggi

L’innovazione per la viticoltura e l’olivicoltura. Ad Offida il 10 Maggio

Migliorare, tramite l’innovazione, la produzione e la competitività delle imprese e il reddito degli agricoltori. E’ questo in sintesi l’obiettivo del seminario che si terrà domani Venerdì 10 Maggio ad Offida nella splendida cornice dell’Enoteca Regionale in Via Garibaldi 75., a partire dalle ore 18,30. Metodi di Nutrizione Speciale che legando le fasi fenologiche ad interventi mirati permettono di migliorare le produzioni in maniera qualitativa e quantitativa; utilizzo di sistemi di Biocontrollo per la lotta Biologica ed Integrata atti al contenimento di malattie fungine ed insetti dannosi alle produzioni. App e servizi per la gestione dei campi e le registrazioni obbligatorie in agricoltura, che facilitano il lavoro degli operatori e permettono di interfacciarsi con i portali per la compilazione delle domande di contributo. Questi saranno i temi che verranno trattati nell’ambito del semi

Leggi

Innovazione in Agricoltura: Uso dei Microrganismi in Viticoltura

Innovazioni in agricoltura: Utilizzo dei Microrganismi utili in viticoltura.

 

 “ Il 2050 e più vicino di quanto immaginiamo: stando alle ultime scoperte scientifiche che ritengono la necessità di sfamare l’intero pianeta sia la priorità assoluta, bisogna comprendere come ciò sia possibile soltanto preservando il suolo le sue interconnessioni e gli scambi comunicativi che avvengono tra le piante. L’uomo può imparare a rispettare la sua natura perfetta consentendo ed aiutando quel famoso interscambio comunicativo di cui sempre più si parla a livello scientifico e biotecnologico…”

Ne parlerà Vincenzo Michele Sellitto il giorno Venerdì 15 marzo nel seminario dal titolo “Innovazioni in agricoltura Utilizzo dei Microrganismi utili in viticoltura” organizzato da MSBIOTECH, azienda specializzata in biotecn

Leggi

CONFEZIONI DI NATALE CON I PRODOTTI DELLE AZIENDE COLPITE DAL SISMA

ASCOLI I prodotti della aziende agricole colpite dal sisma viaggiano online per arrivare più facilmente sulle tavole di tutti. Soprattutto in occasione delle prossime festività natalizie.Torna infatti “Natale in Appennino”, un progetto che vuole essere un inno magico alla tradizione gastronomica contadina che porta in cucina olio, olive, vino, formaggio e pasta. Sono queste le otto le strenne di Natale pronte online su Ufoody per regalare e regalarsi “I Prodotti dell’Appennino”, le esclusive prelibatezze delle aziende agricole del centro Italia colpite dal sisma. E’ dedicato a loro questo importante progetto che vede il coinvolgimento della Cia, Confederazione agricoltori di Ascoli insieme aJPMorgan Chase

Leggi

PIANO DI SVILUPPO RURALE, TANTE LE OPPORTUNITA’ PER I GIOVANI AGRICOLTORI

ASCOLI Dare vita ad un allevamento di bachi da seta che possa essere visitato anche dalla scolaresche del territorio. E’ il progetto della giovane agricoltrice Elisa Vallorani dell’azienda agricola e agriturismo “Alla Solagna”, in Contrada La Rocca 29 a Colli del Tronto. Un sogno che potrà essere realizzato anche grazie alla collaborazione con la Cia Confederazione agricoltori provinciale e aver così partecipato al Piano di Sviluppo Rurale 2014 – 2020, sottomisura 6.1, relativo agli aiuti all’avviamento per l’insediamento di giovani agricoltori. “La domanda è stata accolta e la Regione Marche ha comunicato la finanziabilità del nostro progetto – dice l’agricoltrice Vallorani – che prevede l’ampliamento dell’agriturismo e quindi anche la realizzare della fattoria didattica”. L’azienda è a conduzione prevalentemente familiare come spiega la titolare: “Come azienda agricola siamo produttori di olio extravergine di oliva e frutta quali: ciliegie, albicocche, pesche, susine

Leggi

Salirà l’aiuto accoppiato per grano duro.

Filiere strategiche da sostenere quelle del riso e dello zucchero al nord e fondamentale quella del grano duro al sud. Il ministro Gian Marco Centinaio aveva speso già alcune parole in campagna elettorale in favore di colture come il riso e la barbabietola da zucchero a cui ora si aggiunge l’impegno per una delle colture più diffuse nel Centro-Sud, ovvero il frumento duro. Agea ha appena comunicato i dati definitivi per i pagamenti accoppiati 2017 Il progetto del ministero, condiviso con le Regioni, è quello di passare nel 2018:

  • da 80,7 a 100 €/ha per il frumento duro;
  • da 96,7 a 150 per il riso;
  • da 443,7 a 600 per lo zucchero.

L’importo definitivo dipenderà dalle superfici ammesse a contributo, con fluttuazioni che in genere non superano i 3 euro in più o in meno.

Nasce quindi una nuova esigenza di qualità di prodotto ed aumento delle produzioni.

 

Leggi