Green Agricoltura Blog Promozioni Combatti il Mal dell’Esca

Combatti il Mal dell’Esca

Il Mal dell’Esca è una malattia del legno ad eziologia complessa che può causare anche ingenti danni ai vigneti, nei quali anno dopo anno aumentano le piante sintomatiche, con riflessi negativi sulla quantità e qualità della produzione. I diversi agenti fungini responsabili del Mal dell’Esca penetrano per ferita e colonizzano la pianta causando tracheomicosi nei tessuti vascolari, con produzione di gommosi bruna, o carie bianca nel legno che perde consistenza. Anche a seguito della produzione di micotossine, questa malattia provoca alcuni sintomi tipici sulle foglie (arrossamenti internervali e necrosi) e sui grappoli (maculature necrotiche). Nelle piante giovani (es. vivai o nuovi impianti) la malattia può avere un decorso acuto e causare un attacco apoplettico irreversibile.Dalle piante malate, che possono manifestare o meno questi sintomi a seconda delle annate, gli agenti patogeni si diffondono comunque alle piante vicine e al resto del vigneto. Le ferite di potatura rappresentano la via preferenziale di nuova infezione.

 

Tricotech: prevenzione per risultato

La prevenzione di questa patologia può contare su una nuova soluzione: Tricotech.

Questo  formulato è a base di Trichoderma che come noto, agisce per competizione a livello dei siti d’infezione nei confronti dei funghi patogeni, ai quali viene sottratto lo spazio vitale e le sostanze nutritive necessarie ad innescare il processo infettivo. Inoltre forma una barriera protettiva che impedisce la penetrazione dei funghi patogeni attraverso aperture o ferite (es. potature).

 

L’efficace azione di Tricotech  

Tricotech va applicato preventivamente sulla pianta, non ha effetti curativi, ma aiuta ad impedire  la diffusione della malattia, con una generale diminuzione dei sintomi nel vigneto. Questo effetto benefico è sempre più apprezzabile se si ripete il trattamento nel corso degli anni. L’epoca ottimale per effettuare il trattamento con Tricotech sulla Vite è compresa fra marzo e aprile, nella fase del “pianto” (la linfa che fuoriesce dai tagli di potatura favorisce la colonizzazione da parte del Trichoderma).

Tricotech è compatibile con l’impiego successivo dei tradizionali fungicidi chimici ed utilizzabile anche per coltivazioni biologiche.

 

Tricotech: una scelta vincente

·   Registrato come concime CE, ha il vantaggio di non avere limitazioni di utilizzo.

·   Ceppi selezionati, a vitalità prolungata.

·   Alta disperdibilità in acqua grazie all’elevata qualità formulativa.

·   Adattabilità a differenti condizioni pedo-climatiche e colturali.

·   Compatibile con i più comuni prodotti chimici.

·   Impiegabile anche in agricoltura biologica.

·   Utilizzo conforme alle più esigenti richieste della filiera ortofrutticola.

Related Posts