La frutta avrà il suo catasto.

La Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha introdotto una novità importante. Ha approvato l’istituzione del Catasto delle produzioni frutticole nazionali. Ci sarà una ricognizione a livello aziendale delle superfici, distinte con l’indicazione delle principali cultivar.

Cinque milioni di euro in due anni

Stanziati, a tal fine, 2 milioni di euro per il 2019 e 3 milioni per il 2020. A stabilire i criteri e le modalità di realizzazione del Catasto frutticolo sarà, entro 90 giorni, un decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo.ortofrutta

Molto soddisfatta Alessandra Pesce

Leggi