-17%
-17%

SOLFOCAL P e ROCCIA SPECIAL: i nuovi induttori di resistenza contro funghi ed insetti!

36,00 29,90

IMPIEGO SULLA VITE
SOLFOCAL O ROCCIA SPECIAL trova valido impiego sulla vite, difatti ci consente di:
SOSTITUIRE I FOSFITI: sostituire i fosfiti è conveniente per i motivi di seguito elencati. Si usa con le stesse modalità con cui usiamo i fosfiti, stesso dosaggio, stesso periodo e stesso numero di interventi.
RIDURRE IL DOSAGGIO DEL RAME: abbiamo ottenuto ottimi risultati utilizzando il BASSO VOLUME e riducendo i fungicidi fino a un 60%.
ALLONTANARE GLI INSETTI: in tutti i vigneti trattati abbiamo notato poca presenza di tignola, tignoletta, ragnetto, cicaline.
EVITARE LA SPACCATURA DEGLI ACINI: il calcio contenuto nel formulato irrobustisce ed elasticizza la buccia degli acini per cui, durante la raccolta meccanica, non si spaccano e non gocciola il mosto. Oltre al vantaggio qualitativo si nota come le foglie non essendo bagnate dal mosto, non si seccano, per cui la pianta giunge gradualmente alla fase di caduta foglie completando la maturazione delle gemme.
FAVORIRE LA LIGNIFICAZIONE E LA MATURAZIONE DEL LEGNO conferendo maggiore resistenza al freddo.
NON PERDERE IL COLORE NEL VINO difetto che insorge con l’uso dei fosfiti.
DOSI E MODALITA’ D’IMPIEGO
Per comprendere l’epoca ottimale per la distribuzione riporto l’andamento dell’assorbimento del calcio da parte della vite.
– Il 40% del calcio viene assorbito dall’emissione dei germogli all’allegagione.
– Il 30% dall’allegagione all’invaiatura.
– Il 30% dall’invaiatura all’inizio maturazione.
Si può scegliere di abbinarlo a tutti i trattamenti alla dose di 3-4 kg / ettaro ( con basso volume 300/400 lt/ha).
Questa modalità ci consente di dare tutto il fabbisogno di calcio alla coltura ed avere un cospicuo risparmio sulla difesa (difatti ci consente di ridurre fino a un 60 % i fungicidi).
Oppure dopo la fioritura associato al rame sempre alla dose di 3/4 kg / ettaro (sempre con basso volume).
IMPIEGO SUL PERO E SUL MELO
Anche sul pero e sul melo il SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL trova un valido impiego, infatti grazie all’irrobustimento della parete cellulare rende difficile ai funghi ( ALTERNARIA , TICCHIOLATURA ecc.) la penetrazione epidermica e stomatica all’nterno dei tessuti vegetali.
Quindi considerando anche la riduzione imposta dalle nuove disposizioni si rende necessario l’utilizzo del SOLFOCAL per aiutare i fungicidi ad essere più efficaci.
Il calcio aumenta la osservabilità e la qualità dei frutti limitando il rischio di imbrunimento e litasi (formazione di cellule necrotiche sulla buccia e nella polpa), butteratura amara del melo, spaccatura della buccia del pero.
DOSI E MODALITA’ D’IMPIEGO
SOLFOCAL P kg. 3 / ha (utilizzando il basso volume) abbinato ai prodotti per la difesa convenzionale a partire dalla prefioritura.
N.B il formulato è miscibile con tutti i fungicidi ed insetticidi.

IMPIEGO SUL POMODORO DA INDUSTRIA
SOLFOCAL O ROCCIA SPECIAL trova valido impiego anche sul pomodoro e ci consente di:
RIDURRE IL DOSAGGIO DEI FUNGICIDI DI UN 50 / 60 %:
(a titolo esemplificativo riportiamo i dosaggi utilizzati nella campagna 2019 dall’azienda TINELLI di Parma
(80 ettari).
Ha gestito la difesa con:
kg. 1 / ha di rame ossicloruro (50)
Kg. 3 / ha di SOLFOCAL
APPORTARE CALCIO: per cui si consiglia di non utilizzare altri formulati a base di calcio sia radicali che fogliari.
IRROBUSTIRE LA BUCCIA: per cui il pomodoro diventa resistente alla raccolta meccanica.
ELIMINARE IL PROBLEMA DEL MARCIUME APICALE: l’unico formulato in grado di eliminare il 95% del problema
RIDURRE L’INFESTAZIONE DA INSETTI: perché agisce come repellente
DOSI E MODALITA’ D’IMPIEGO
Si consigla di usare SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL alla dose di 3- 4 Kg / ettaro abbinato ai trattamenti convenzionali a partire dal primo intervento fungicida.

IMPIEGO SULLA BARBABIETOLA DA ZUCCHERO
SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL trova valido impiego associato ai
trattamenti anticercosporici migliorandone gli effetti ed è un valido
repellente per gli insetti tipici di questa coltura
DOSI E MODALITA’ D’IMPIEGO
Si consigla di usare ROCCIA SPECIAL o SOLFOCAL P alla dose di
4-5 Kg / ettaro abbinato ai trattamenti convenzionali.
IMPIEGO SULLA CIPOLLA
SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL è consigliato sulla cipolla perchè migliora notevolmente la pezzatura, la qualità e la conservabilità.
Mantiene la pianta resistente alla botrite ed alla peronospora. Lo strato di prodotto che si accumula sulla pianta respinge afidi e tripide perché non riescono a nutrirsi.
DOSI E MODALITA’ D’IMPIEGO
Si consigla di usare SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL alla dose di
3- 4 Kg / ettaro abbinato ai trattamenti convenzionali a partire dal primo intervento fungicida.
Migliori risultati per la repellenza nei confronti degli insetti e per la riduzione dei fungicidi si ottengono utilizzando il basso volume in maniera da raggiungere una concentrazione di 1 kg / hl.
IMPIEGO SULLA PATATA
SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL è consigliato sulla patata inanzitutto per l’apporto di calcio. La crescita veloce della coltura e la carenza di sostanza organica determina un’insufficiente assorbimento di calcio. Il calcio è un elemento nutritivo che assicura qualità e conservabilità dei frutti.
Conferisce maggiore spessore alla buccia e quindi maggiore resistenza alla raccolta meccanica. Inoltre si è notato che l’irrobustimento delle pareti cellulari con il calcio rende gli organi meno suscettibili alle aggressioni di funghi e batteri.Nei frutti queste carenze originano delle lesioni tipiche, con punti o aree più estese di deterioramento delle cellule, che in genere sono localizzate nella parte apicale del frutto (marciume apicale nelle solanacee).
Queste manifestazioni sono più evidenti nelle piante caratterizzate da maggiore rigoglìo vegetativo in quanto in queste il richiamo esercitato dagli organi in accrescimento è massimo limitando il calcio disponibile per il frutto. Altra caratteristica tipica della carenza di calcio è che è più vistosa nei frutti di grossa dimensione: ciò dipende dal fatto che nel frutto di maggiore pezzatura si diluisce maggiormente il calcio assorbito nelle prime fasi, creando una concentrazione inferiore nei frutti voluminosi rispetto ai più piccoli. Nella polpa dei tuberi cresciuti in condizione di calcio-carenza, anche senza manifestazioni visibili sulle foglie, si evidenziano chiazze rugginose.
RIASSUMIAMO I VANTAGGI:
CURA LA CARENZA DI CALCIO
RENDE PIU’ RESISTENTE LA PIANTA AGLI ATTACCHI DI BATTERI E FUNGHI
ELIMINA IL MARCIUME APICALE
ELIMINA LE CHIAZZE RUGGINOSE NELLA POLPA
RENDE IL TUBERO RESISTENTE ALLA RACCOLTA
ALLONTANA GLI INSETTI (i tessuti diventano inappetibili)
MIGLIORA L’AZIONE DEI FITOFARMACI (ovvero la riduzione dei dosaggi)
DOSI E MODALITA’ D’IMPIEGO
Si consigla di usare SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL alla dose di
3- 4 Kg / ettaro abbinato ai trattamenti convenzionali a partire dal primo intervento fungicida. Migliori risultati per la repellenza nei confronti degli insetti e per la riduzione dei fungicidi si ottengono utilizzando il basso volume.

IMPIEGO SULLE INSALATE E ALTRE VERDURE DA TAGLIO

SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL è il miglior rimedio contro il TIPBURN
(bruciatura apicale delle foglie), le piante diventano più verdi e si migliora la conservabilità.
Il forte potere repellente impedisce agli afidi di attaccare la coltura.
Il potenziamento delle difese della pianta migliora lo stato di salute e la resistenza agli attacchi fungini.
DOSI E MODALITA’ D’IMPIEGO
Si consigla di usare ROCCIA SPECIAL o SOLFOCAL P a partire da una
settimana dopo il trapianto fino a 10 giorni dalla raccolta, alla dose di
4-5 Kg / ettaro abbinato ai trattamenti convenzionali.
IMPIEGO SULLE CRUCIFERE (cavoli, broccoli ecc.)
Nelle crucifere l’impiego di SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL è importante non tanto per il calcio bensì per lo zolfo di cui le crucifere sono particolarmente esigenti.
Altro motivo importante è che mantiene la coltura pulita dalla cavolaia, dall’altica e dagli afidi.
L’irrobustimento dell’epidermide aumenta la resistenza della pianta alla peronospora, all’oidio ed all’alternariosi e di conseguenza ci consente di usare bassi dosaggi di rame.
DOSI E MODALITA’ D’IMPIEGO
Da post trapianto a raccolta:
SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL 3 Kg / ettaro associato ai fitofarmaci.
IMPIEGO SUL KIWI
SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL è consigliato sul KIWI per i seguenti motivi:
L’irrobustimento dei tessuti e l’azione disinfettante rende le piante resistenti agli attacchi di batteriosi rendendo possibile la riduzione del rame, causa della perdita della produttività.
L’apporto di calcio migliora la qualità e la conservabilità dei frutti; tenere presente che mentre nelle foglie si ha un tasso di accumulo costante, ma basso, nei frutti il 70-80% circa di Calcio è accumulato entro le prime 6-7 settimane dall’allegagione.
L’actinidia è la varietà più “affamata” di calcio , con asporti che possono essere superiori ai 200 kg/ha, per l’80% contenuti nelle parti legnose.
Il calcio migliora la formazione del seme e la resistenza agli stress idrici.
Migliora la lignificazione dei tralci e la resistenza al freddo.
DOSI E MODALITA’ D’IMPIEGO (per il contenimento della batteriosi e la riduzione del rame)
Post raccolta:
SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL 3-4 Kg / ettaro associato a POLTIGLIA
0,8 Kg / ettaro.
Caduta foglie, potatura, rottura gemme:
SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL 3-4 Kg / ettaro associato a POLTIGLIA
0,8 Kg / ettaro.
Da ripresa vegetativa a 6-7 settimane dopo allegagione:
SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL 3-4 Kg / ettaro associato ai nutrienti ed eventuali fungicidi ogni 8-10 giorni tenendo conto del limite dei
4 Kg / ettaro all’anno di rame.
IMPIEGO SULLE DRUPACEE (pesco, albicocco, ciliegio,
susino ecc.)
SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL trova valido impiego sulle drupacee per soddisfare il fabbisogno di calcio ed eliminare la spaccatura del frutto (cherry cracking).
Migliora la crescita del frutto, il colore, la resistenza alla manipolazione ed elimina la formazione di tessuti molli.
Aumenta la resistenza delle piante alla batteriosi, bolla, corineo e monilia.
Repellente per gli insetti.
Aumenta la resistenza al freddo.
DOSI E MODALITA’ D’IMPIEGO (per il contenimento della batteriosi e la riduzione del rame) causa dell’intossicazione delle piante e perdita della produttività.
Inizio e metà caduta foglie: SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL 3 Kg / ettaro associato al rame (dose ridotta).
Fine caduta foglie e ingrossamento gemme: SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL 3 Kg / ettaro associato al rame (dose ridotta).
Bottoni rosa: SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL 3 Kg / ettaro associato ai fitofarmaci (dose ridotta).
Da caduta petali ad invaiatura: SOLFOCAL P o ROCCIA SPECIAL
3 Kg / ettaro 3-4 interventi ogni 8-10 giorni associati ai fitofarmaci.
IMPIEGO SU COCOMERO E MELONE
L’impiego di SOLFOCAL P o ROCIA SPECIAL associato a solfato di magnesio risulta la migliore soluzione contro il seccume fisiologico del melone.
Inoltre contrasta lo sviluppo della peronospora, dell’oidio e degli afidi.
DOSI E MODALITA’ D’IMPIEGO
Da post trapianto a raccolta: SOLFOCAL P o roccia special 5-6 Kg / ettaro, ogni 8-10 giorni, da solo o associato ai fitofarmaci.

- +

Nato dall’esperienza trentennale di Agridelpa, SOLFOCAL P contiene roccia finemente macinata, ricca di calcio e zolfo,
che agisce da potenziatore delle difese naturali delle piante creando una vera e propria barriera contro funghi, batteri, insetti, stress idrici e termici.

CHE COS’E’?
E’ fondamentalmente un prodotto ottenuto dalla lavorazione dei fanghi termali. L’interesse per questo materiale è nato osservando i benefici che arreca all’uomo (ringiovanimento della pelle e rafforzamento del sistema scheletrico) e quindi si è ipotizzato che apportasse benefici anche alle piante specialmente per l’apporto di CALCIO (28 %), ZOLFO (48 %) e
microelementi. In seguito a prove sul campo abbiamo constatato che è la migliore soluzione per le fisiopatie legate alla calcio-carenza. Già dal primo trattamento si nota un rinverdimento della pianta, segno che il calcio è stato assorbito ed ha modificato la struttura delle cellule.
BENEFICI
IRROBUSTIMENTO DELL’EPIDERMIDE: la sua particolare composizione determina l’elasticità e l’irrobustimento delle pareti cellulari rendendo difficile l’ingresso a funghi e batteri. Questa caratteristica è molto importante per migliorare la difesa delle colture, oggi abbastanza problematica per l’abolizione di diversi principi attivi e per il calo dei dosaggi.
L’AZIONE ACIDIFICANTE dovuta all’alto contenuto di ZOLFO (48 %) (porta il Ph della foglia a 5.5), ed il POTERE ADESIVANTE migliorano l’efficacia degli agrofarmaci anche a dosaggi più bassi.
POTERE REPELLENTE: altra caratteristica che il formulato ha dimostrato è quella di una forte repellenza nei confronti degli insetti dove in alcuni casi non è stato necessario utilizzare insetticidi.
POTERE ASSORBENTE: assorbe l’umidità creando un ambiente sfavorevole allo sviluppo di funghi e muffe.

DOSI E MODALITA’ D’IMPIEGO
Il formulato è utilizzabile su tutte le colture dosaggi compresi tra i 3-4 kg / ettaro
E consigliabile impiegare bassi volumi d’acqua (300-400 lt. ettaro) Il formulato è perfettamente miscibile con tutti gli agrofarmaci. Il formulato lascia i frutti leggermente imbiancati, è quindi consigliabile sospendere l’utilizzo 20 giorni prima della raccolta.

Non ha tempo di carenza

Non è tossico

NB:
Sul biologico usare ROCCIA SPECIAL con iva 22% Sul convenzionale SOLFOCAL P con iva 4%

Confezione 12kg

Peso 15 kg
Taglia

1 Sacco da 25 kg, 48 Sacchi da 25 kg