IL SUOLO COME ORGANISMO VIVO

Evoluzione, tecnologia, innovazione sono tutti aggettivi riferibili al mondo dell’agricoltura di oggi. Lo scenario che
prospetta il prossimo ventennio descrive un cambiamento radicale nel concepire le modalità di sfruttamento ed utilizzazione del suolo grazie alle recenti scoperte che vedono sempre più affermarsi come protagonisti in ambito scientifico discipline come la microbiologia legata all’utilizzo dei microrganismi in grado di abitare il suolo, proteggerlo e fortificarlo dagli attacchi di funghi o batteri dannosi per le coltivazioni e per l’uomo con la
finalità di tutelare e preservarne il capitale a favore del suo utilizzo per le generazioni a venire.
Ed è proprio in questo contesto che il concetto di suolo viene reinterpretato in una rinnovata, migliore
e adeguata definizione che ne definisce stavolta il ruolo considerandolo come organismo vivente al
pari della pianta da esso ospitata. Solo così possiamo pensare a delle tecnologie in grado di tute

Leggi

IL SUOLO COME ORGANISMO VIVO

Evoluzione, tecnologia, innovazione sono tutti aggettivi riferibili al mondo dell’agricoltura di oggi. Lo scenario che
prospetta il prossimo ventennio descrive un cambiamento radicale nel concepire le modalità di sfruttamento ed utilizzazione del suolo grazie alle recenti scoperte che vedono sempre più affermarsi come protagonisti in ambito scientifico discipline come la microbiologia legata all’utilizzo dei microrganismi in grado di abitare il suolo, proteggerlo e fortificarlo dagli attacchi di funghi o batteri dannosi per le coltivazioni e per l’uomo con la
finalità di tutelare e preservarne il capitale a favore del suo utilizzo per le generazioni a venire.
Ed è proprio in questo contesto che il concetto di suolo viene reinterpretato in una rinnovata, migliore
e adeguata definizione che ne definisce stavolta il ruolo considerandolo come organismo vivente al
pari della pianta da esso ospitata. Solo così possiamo pensare a delle tecnologie in grado di tute

Leggi

IL SUOLO COME ORGANISMO VIVO

Evoluzione, tecnologia, innovazione sono tutti aggettivi riferibili al mondo dell’agricoltura di oggi. Lo scenario che
prospetta il prossimo ventennio descrive un cambiamento radicale nel concepire le modalità di sfruttamento ed utilizzazione del suolo grazie alle recenti scoperte che vedono sempre più affermarsi come protagonisti in ambito scientifico discipline come la microbiologia legata all’utilizzo dei microrganismi in grado di abitare il suolo, proteggerlo e fortificarlo dagli attacchi di funghi o batteri dannosi per le coltivazioni e per l’uomo con la
finalità di tutelare e preservarne il capitale a favore del suo utilizzo per le generazioni a venire.
Ed è proprio in questo contesto che il concetto di suolo viene reinterpretato in una rinnovata, migliore
e adeguata definizione che ne definisce stavolta il ruolo considerandolo come organismo vivente al
pari della pianta da esso ospitata. Solo così possiamo pensare a delle tecnologie in grado di tute

Leggi

L’innovazione per la viticoltura e l’olivicoltura. Ad Offida il 10 Maggio

Migliorare, tramite l’innovazione, la produzione e la competitività delle imprese e il reddito degli agricoltori. E’ questo in sintesi l’obiettivo del seminario che si terrà domani Venerdì 10 Maggio ad Offida nella splendida cornice dell’Enoteca Regionale in Via Garibaldi 75., a partire dalle ore 18,30. Metodi di Nutrizione Speciale che legando le fasi fenologiche ad interventi mirati permettono di migliorare le produzioni in maniera qualitativa e quantitativa; utilizzo di sistemi di Biocontrollo per la lotta Biologica ed Integrata atti al contenimento di malattie fungine ed insetti dannosi alle produzioni. App e servizi per la gestione dei campi e le registrazioni obbligatorie in agricoltura, che facilitano il lavoro degli operatori e permettono di interfacciarsi con i portali per la compilazione delle domande di contributo. Questi saranno i temi che verranno trattati nell’ambito del semi

Leggi

L’innovazione per la viticoltura e l’olivicoltura.

Migliorare, tramite l’innovazione, la produzionee lacompetitività delle impresee il redditodegli agricoltori. E’ questo in sintesi l’obiettivo del seminario che si terrà domani Venerdì 10 Maggio ad Offida nella splendida cornice dell’Enoteca Regionale in Via Garibaldi 75., a partire dalle ore 18,30. Metodi di Nutrizione Speciale che legando le fasi fenologiche ad interventi mirati permettono di migliorare le produzioni in maniera qualitativa e quantitativa; utilizzo di sistemi di Biocontrollo per la […]

Leggi

Innovazione e agricoltura, se ne è parlato ad Offida

Gli ultimi dati sullo stato di salute del pianeta, pubblicati recentemente sul sito della Nasa, evidenziano che abbiamo raggiunto un altro record negativo equivalente a 411 ppm di C02 nell’atmosfera dato che conferma il trend di crescita di questo gas serra negli ultimi 20 anni. Considerando che il settore agricolo contribuisce agli sconvolgimenti climatici del nostro pianeta per circa il 30% c’è la necessità di trovare quanto prima soluzioni alternative in tutti i settori agricoli.  A questa analisi non sfugge neanche lo stato attuale della viticoltura.

Le tecniche di produzioni di avanguardia e le ultimissime applicazioni tecnologiche consentono ai viticoltori

Leggi

Nuovi voucher: come usarli in agricoltura

Entrati in vigore i nuovi voucher,  ecco le indicazioni dell’Inpse con le nuove regole relative al lavoro occasionale accessorio, che vanno a colmare la lacuna lasciata dai voucher (introdotti dal Jobs Act ed eliminati nel marzo scorso), che prevedono l’introduzione del libretto famiglia e del contratto di prestazione occasionale.

Per quanto riguarda il libretto famiglia sono ammesse solo le seguenti attività: 1) piccoli lavori domestici, compresi quelli di giardinaggio, pulizia e manutenzione; 2) assistenza domiciliare a bambini e persone anziane o ammalate o affette da disabilità; 3) insegnamento privato supplementare. In entrambi i casi le attività svolte per il medesimo committente devono rispettare il limite delle 280 ore di lavoro nell’anno civile.

I compensi devono rispettare i seguenti tre vincoli: 1) il prestatore non può ricevere più di 5.000 euro per anno civile dal complesso dei committenti; 2) il com

Leggi